38cc484d55-Pannello_ceramica_vietri_Pesci_PolpoL’arte della ceramica a Vietri sul Mare ha tradizioni antichissime, è un artigianato fantasioso che coglie il fascino di tutti colori della costiera amalfitana: gli smalti e le decorazioni riportano il blu profondo del mare, il verde brillante della vegetazione, il giallo degli agrumi.
La ceramica a Vietri è scritta nel paesaggio, nelle mattonelle inserite nelle murature esterne e interne delle case o incastonate nelle viuzze tortuose e nascoste dei paesi della costiera, che diventa così un museo a cielo aperto.
Le origini si fanno risalire probabilmente ai Tirreni, fondatori di Marcina, come attestavano alcuni ritrovamenti avvenuti a Raito nel 1929-‘30 andati distrutti.
A Vietri sul Mare sono presenti numerose botteghe, testimonianza di un artigianato artistico ancora vivo e fiorente: piatti decorati, vasi, pannelli murali, stoviglie, arredi per interni e per esterno, oggetti per abbellire la casa, fino alle piastrelle, la ceramica vietrese si adatta ad ogni contesto, sia classico che moderno.
A dimostrazione dell’importanza della ceramica nella storia di tutta la costiera amalfitana, nel 1981 si è pensato di realizzare il Museo provinciale della ceramica, completamente dedicato alla salvaguardia dell’artigianato artistico vietrese. Il Museo si trova nella torretta Belvedere di Villa Guariglia a Raito e prevede un percorso espositivo che si sviluppa in tre settori: oggetti in ceramica a carattere religioso, vasellame di uso quotidiano e produzione del “periodo tedesco” nel salernitano. Le ceramiche esposte provengono anche da altri siti della Campania, come Ariano Irpino e Cerreto Sannita, qualcosa arriva anche da altre regioni, come Puglia, Calabria e Liguria.

6727 Viste totale 4 Viste oggi