Villa_dei_Misteri_II_-_2Da Campania Felix a Campania Phoenix
“Questa regione è così felice, così deliziosa, così fortunata, che vi si riconosce evidente l’opera prediletta della natura. Quest’aria vitale, la perpetua mitezza del cielo, la campagna così fertile, i colli solatii, le foreste sicure, le montagne perdute fra le nubi, l’abbondanza di viti e di ulivi…e tanti laghi, e dovizia di acque irrigue e di fonti, tanti mari e tanti porti! Una terra da ogni parte aperta ai commerci e che, quasi per incoraggiare gli umani, stende le sue braccia nel mare.” Nel I secolo d.C. Plinio il Vecchio descrive con parole piene di ammirazione quella che, già in epoca pre-romana, per la fertilità e prosperità dei suoi terreni, era chiamata Campania Felix.
La Campania, infatti, è da sempre una terra famosa per gli ambienti naturali unici, le strutture architettoniche, archeologiche ed artistiche di impareggiabile bellezza e, non da ultimo, per il suo clima invidiabile. Le suggestioni millenarie della regione attraevano, già dall’antichità, numerosi turisti stranieri, basti ricordare su tutti l’imperatore Tiberio, che scelse l’isola di Capri per costruirvi ben dodici ville. Nel Settecento, invece, ebbe molto successo il Grand Tour, un viaggio di formazione che i giovani aristocratici nord-europei intraprendevano per arricchire il proprio sapere e che aveva come meta finale proprio l’Italia e soprattutto la Campania, regione ancora oggi amatissima dagli stranieri. Pompei, Napoli, Amalfi, Sorrento, Ravello, Caserta con la sua magnifica Reggia, Ischia, Capri, Positano sono luoghi che ci invidiano in tutto il mondo e che, ogni anno, vedono aumentare il numero di visitatori.
La ricchezza culturale di una regione non è data solo dai monumenti o dalle opere d’arte ma anche dal patrimonio eno-gastronomico, e quello della Campania è sicuramente tra i più interessanti d’Italia. Tra vini DOC e prodotti a marchio IGP e DOP, la Campania è una delle regioni con il maggior numero di prodotti agroalimentari riconosciuti dal Ministero delle Politiche Agricole, grazie alle sue particolari caratteristiche geo-morfologiche.
In realtà, la Campania è una regione con notevoli potenzialità economiche: dall’agricoltura alla cantieristica navale, dall’industria meccanica all’artigianato artistico, oltre alle già citate bellezze storico-monumentali, motivo di consistenti introiti legati al turismo.
Purtroppo amministrazioni poco attente e una forte presenza della criminalità organizzata hanno influito pesantemente sullo sviluppo della regione, frenandone la crescita economica e portando la Campania ad un progressivo impoverimento.
I cittadini campani però non sono solo camorra e illegalità, come qualcuno vorrebbe insinuare per screditare le molteplici eccellenze del territorio e offuscare la grandiosità della storia della regione.
Con InCampania vogliamo mettere in evidenza ciò che di buono la regione Campania ha prodotto nei secoli e che continua ancora a produrre, dando voce ai tanti imprenditori e lavoratori onesti che, quotidianamente, si scontrano con la realtà di un territorio difficile, senza mollare e senza abbassare la testa.
L’obiettivo di InCampania è quello di riportare la Campania ai fasti di un tempo, facendola rinascere dalle sue stesse ceneri, proprio come una fenice, per restituire l’adeguata dignità alla regione italiana che vanta il maggior numero di siti dichiarati Patrimonio dell’Umanità dall’Unesco.
La nuova Campania Phoenix vuole affermare la propria identità con il contributo degli uomini e delle donne che, lavorando con passione, dimostrano che il vero cambiamento non può prescindere dalle radici e dal territorio.

Per informazioni, pubblicità, offerte, segnalazioni di eventi, consigli per migliorare il sito ed altro, potete contattarci via email a : info@in-campania.it o tramite telefono al numero 0818715840
2682 Viste totale 1 Viste oggi