nelson mandelaProtagonista assoluto della lotta contro l’apartheid, Nelson Mandela è un simbolo universale della lotta per la giustizia e la libertà.
Nato il 18 luglio 1918 nel piccolo villaggio di Qunu, partecipa da studente universitario alle prime sommosse universitarie in Sudafrica e nel 1963 viene arrestato, con un’accusa di tradimento e una condanna all’ergastolo.
Durante gli anni di carcere, Mandela si è mostrato sempre integro e coerente con il proprio pensiero, fungendo da modello per tutti coloro che lottano per combattere le ingiustizie e la disuguaglianza razziale. La passione di Nelson Mandela per la difesa della dignità umana, la sofferenza silenziosa con cui ha affrontato la prigione, la convinzione che solo attraverso lo studio e l’educazione l’uomo può diventare veramente libero ne hanno fatto un’icona e un esempio nella lotta per i diritti umani. Nel 1990, dopo 27 anni di detenzione, Mandela viene liberato e nel 1993 è insignito del Premio Nobel per la Pace. Muore il 5 dicembre 2013, dopo aver dedicato la sua intera esistenza per sconfiggere le discriminazioni razziali in Sudafrica.

Alcune curiosità su Nelson Mandela

  • Il soprannome di Mandela era Madiba, titolo onorifico che gli era stato dato dal suo clan di appartenenza, l’etnia Xhosa.
  • Durante gli anni di prigionia, leggere la poesia Invictus del poeta inglese William Ernest Henley, gli alleviava le giornate.
  • La poesia è stata inserita nell’omonimo film  del 2008 diretto da Clint Eastwood.
  • Molte le canzoni dedicate al leader sudafricana, tra queste Ordinary Love degli U 2, Mandela Day dei Simple Minds, Ghost di Santana.
  • Nelson Mandela è stato sposato tre volte e ha avuto sei figli e venti nipoti.
  • È il politico che ha ricevuto più premi al mondo, oltre al Nobel per la Pace, ha avuto 50 lauree honoris causa e altri 250 riconoscimenti.
  • Si svegliava alle 4,30 del mattino e lavorava ininterrottamente per 12 ore al giorno, anche in carcere.
122 Viste totale 2 Viste oggi