official-rio-2016-olympics-logoDal 5 al 21 agosto 2016 si terranno a Rio de Janeiro le Olimpiadi Rio 2016, i primi Giochi Olimpici mai svolti in Sud America.
Il programma olimpico di Rio de Janeiro si compone di 28 sport e 42 discipline, tra cui due nuove arrivate: golf e rugby a 7, che porteranno una ventata di novità nella manifestazione sportiva più celebre di sempre.

GOLF
Le origini del gioco del Golf non sono ancora certe ma l’ipotesi più accreditata vede come inizio il gioco del Kolf, un vecchio gioco olandese che trae le sue origini nel XIII secolo. Il gioco consisteva nel colpire una palla con un bastone con lo scopo di cogliere delle porte o degli oggetti specifici.
Portando le loro merci in Scozia gli olandesi fecero conoscere questo gioco alla popolazione locale. Le frecce e gli archi tennero lontani gli inglesi dalla Scozia dove il Golf continuò ad essere praticato liberamente. I nobili scozzesi che si trasferirono a Londra aprirono, nel 1608 circa, il Blackeath, oggi Royal Blackheath, un campo a sette buche per poter praticare il loro gioco preferito.
Un campo da Golf è costituito da un percorso suddiviso in 18 parti chiamate buche e che si differenziano in base alla loro lunghezza. Tuttavia un campo regolamentare può avere anche solo 9 buche da giocare due volte.
Le buche si distinguono in:
PAR 3 inferiori a 220 mt. idealmente da completare in 3 colpi
PAR 4 tra 220 mt. e 440 mt. idealmente da completare in 4 colpi
PAR 5 fino a 550 mt. circa. idealmente da completare in 5 colpi
Il “par” della buca corrisponde al numero dei colpi stabiliti per completarla.
Un Giro convenzionale viene giocato su un percorso di circa 5/7 chilometri che prevede 18 buche, solitamente per un totale di 72 colpi. Ogni giocatore, in aggiunta ai colpi regolamentari (Par), ha un numero di colpi di vantaggio (handicap) per terminare il percorso. Il numero massimo di Handicap per ogni giocatore è 36. Alla fine delle 18 buche va sottratto l’Handicap dal totale colpi effettuati, e che vengono segnati al termine di ogni buca su una carta denominata “score”.
Vince la partita chi ha impiegato il minor numero di colpi, al netto del proprio Handicap.
RUGBY A 7
Il rugby a 7 è uno sport di squadra derivato dal rugby, originariamente concepito in base alle regole del rugby union.
Il campo ha le stesse dimensioni di quello del rugby a 15; i giocatori in azione sul campo sono 7 e altri 5 sono pronti a sostituirli; alle mischie ordinate e alle rimesse laterali partecipano 3 giocatori. La partita si divide in 2 tempi di 10 minuti l’uno con intervallo di 2 minuti quando si tratta della partita finale di un torneo importante, altrimenti ogni tempo dura 7 minuti con intervallo di 1 minuto. Nel caso di parità alla fine dei tempi regolamentari la partita continua fino a quando una squadra segni per prima dei punti. La trasformazione di una meta avviene calciando in drop e non è prevista la possibilità del calcio piazzato, mentre la squadra a riprendere il gioco dopo la realizzazione di una meta è quella che l’ha realizzata (a differenza del rugby union in cui inizia il gioco la squadra che subisce la meta). Ogni cartellino giallo implica la sospensione temporanea di un giocatore per 2′.
Le squadre sono composte da 3 avanti, il mediano di mischia, e 3 trequarti.

Per informazioni, pubblicità, offerte, segnalazioni di eventi, consigli per migliorare il sito ed altro, potete contattarci via email a : info@in-campania.it o tramite telefono al numero 0818715840
1794 Viste totale 3 Viste oggi